FINANZIAMENTI PER AUTONOMI

Per i lavoratori autonomi, l’ottenimento di un accensione di un finanziamento risulta essere più difficoltoso dei lavoratori dipendenti, nonostante lavorino regolarmente con un proprio guadagno.

– Chi sono i soggetti destinatari di finanziamenti per autonomi?

I finanziamenti per autonomi sono rivolti per coloro i quali rientrino nelle seguenti categorie: artigiani (falegnami, idraulici, elettricisti ecc.), commercianti, liberi professionisti come avvocati, commercialisti, architetti. Tali lavoratori, pur traendo guadagno dalla propria attività, trovano maggiori difficoltà nell’ottenimento di un finanziamento rispetto ai lavoratori dipendenti.

– Perché per i lavoratori autonomi è difficile ottenere un finanziamento?

I finanziamenti per lavoratori autonomi sono spesso difficili da ottenere a causa di quelle che vengono ritenute scarse garanzie. Come è risaputo, la migliore delle garanzie da portare ad un qualsiasi istituto di credito quando si va a richiedere un finanziamento è sicuramente un reddito fisso. Il reddito fisso garantisce che ogni mese ci sarà il denaro per rimborsare le rate previste. Il lavoratore autonomo, pur lavorando, non percepisce una busta paga, pertanto ciò viene considerato rischioso, dal momento che le entrate mensili derivanti dal lavoro possono essere altalenanti e non sicure. Per ottenere finanziamenti per lavoratori autonomi, quindi, si devono fornire garanzie alternative.

– Quali sono i requisiti che deve possedere un lavoratore autonomo per ottenere un finanziamento?

Per ottenere i finanziamenti per lavoratori autonomi, la prima garanzia da presentare sarà costituita dalla dimostrazione di percepire un reddito sufficiente a poter rimborsare adeguatamente le rate previste secondo ammortamento. Se l’attività è particolarmente remunerativa e basterà osservare magari il conto corrente e l’ultima dichiarazione dei redditi è probabile che il finanziamento per autonomi venga concesso senza difficoltà, altrimenti si dovrà fornire tutte le documentazioni utili per soppesarne il volume reddituale, come le dichiarazioni dei redditi degli ultimi anni, o il fatturato, ma molto spesso si dovrà portare un garante che possa firmare per aiutare il lavoratore autonomo ad ottenere i finanziamenti.

– È importante l’affidabilità creditizia?

L’affidabilità creditizia nel caso dei finanziamenti per lavoratori autonomi è importante tanto quanto quella dei lavoratori dipendenti.
Si tratterà di verificare, tramite la banca dati della centrale dei rischi, di non essere mai stati segnalati come cattivi pagatori, pignorati o insolventi; in caso contrario, la richiesta di credito verrà rigettata.

– Quali condizioni vengono offerte per i finanziamenti per lavoratori autonomi?

Le condizioni variano a seconda delle garanzie che il richiedente è in grado di fornire e, in proporzione, più il reddito è basso, più l’importo erogabile sarà basso. Per un lavoratore autonomo, generalmente, il finanziamento massimo concesso si aggira sui 30mila Euro, a tasso fisso, con un ammortamento tra i 12 e i 72 mesi.

Finanziamenti per autonomi aggiornato il 21 Marzo 2017

Vai alla home: Finanziamenti Prestiti Online